Cavallino

0


CAVALLINO – Corso Umberto I, 9 – Tel. 349 5849919
Responsabile: Sig.ra Antonella Longo
SERVIZI: Visite senologiche, dermatologiche
(Informazioni: Lunedì e Venerdì, ore 16.30 – 19.00)

Storia – La sede di Cavallino è in funzione da quattro anni. Grazie a un motivato e nutrito gruppo  di volontari, alla Delegazione è stato impresso un notevole dinamismo.
Fortemente voluti, sono entrati in funzione gli ambulatori medici, allestiti grazie ai fondi raccolti dai volontari nel corso delle campagne promozionali. Qui operano specialisti volontari che effettuano del tutto gratuitamente visite al seno, ginecologiche con Pap test e dermatologiche.
La richiesta di prestazioni da parte dei cittadini, grazie alla sensibilizzazione svolta costantemente nel corso dell’anno in vari ambiti della comunità, è  in crescita.
Un altro ambito preminente di intervento della Delegazione è quello dell’educazione sanitaria, con l’organizzazione frequente di incontri di divulgazione, tenuti anche nelle scuole, in considerazione del fatto che veicolare tra le giovani generazioni corrette informazioni su sane abitudini e stili di vita significa contribuire in modo notevole a contrastare la malattia, che localmente sta registrando un incremento.
E, in proposito, va sottolineato come la lotta ai fattori di rischio, non solo quelli derivanti da comportamenti individuali censurabili, ma anche e soprattutto quelli legati all’ambiente, sia divenuta uno dei cardini dell’azione LILT.
Grande poi è l’impegno per la raccolta di fondi a sostegno dei nostri servizi e dei nostri progetti, come il Centro Ilma. Molto successo infatti hanno sempre riscosso le campagne promozionali, come la “Giornata della Speranza”, con la vendita delle “stelle di Natale”: per l’occasione, i volontari allestiscono un punto vendita anche presso un grande centro commerciale vicino a Lecce, con un notevole riscontro di pubblico. Se ne approfitta anche, visto il grande afflusso di persone, per diffondere la nostra rivista e il materiale divulgativo, facendo conoscere la LILT a una sempre maggiore fetta di popolazione. (Antonella Longo)

 

Condividi