Le attività degli ambulatori anno 2010

La diagnosi precoce dei tumori può incidere in maniera determinante sul decorso di malattia. Scoprendola in tempo, si hanno buone possibilità di debellarla. Si pensi all’opportunità offerta dalla mammografia, per quel che riguarda la tempestiva scoperta di un nodulo alla mammella. In questo caso, le probabilità di guarigione sono del 75-80%. Un altro esempio è quello del Pap-test. La sua efficacia nel ridurre significativamente l’incidenza e la mortalità per cancro del collo dell’utero è stata ampiamente dimostrata.
Per questo, la LILT ha creato nella nostra provincia degli ambulatori, ove si effettuano visite di prevenzione clinica e si sensibilizza la popolazione sull’importanza della diagnosi precoce. Numerosi anche gli interventi di riabilitazione psico-fisica dei pazienti, con sedute di fisioterapia ed interventi di sostegno psicologico per pazienti e familiari.
In tutti questi anni, migliaia sono state le persone, soprattutto donne, che si sono rivolte ai nostri ambulatori, che hanno sede a Casarano, Lecce, Gallipoli, Maglie, Veglie, Nardò, Aradeo, Copertino, Galatina, Cavallino, Collemeto, Scorrano, Martano, Strudà, Corigliano d’Otranto e Montesano Salentino, Alezio e Carmiano/Magliano. Nel 2010, peraltro, a segno del crescente radicamento sul territorio, sono stati inaugurati tre nuovi ambulatori LILT, a Morciano di Leuca, Racale e Specchia.

Ecco i dati 2010 delle attività ambulatoriali
3236 VISITE SENOLOGICHE
3101 VISITE GINECOLOGICHE CON PAP TEST
1792 VISITE DERMATOLOGICHE
181 VISITE UROLOGICHE
862 CONSULTI ONCOLOGICI
423 SEDUTE DI FISIOTERAPIA
830 SOSTEGNO PSICOLOGICO

TOTALE 10.425

Questi piccoli ‘miracoli’ sono stati possibili, da un lato, grazie al sostegno dei cittadini, che hanno risposto generosamente alle nostre campagne di solidarietà; e, dall’altro, in virtù dell’impegno volontario di decine e decine di medici, tecnici, infermieri, psicologi e semplici cittadini, che, col loro lavoro, assicurano le visite che si effettuano negli ambulatori.