Pejman Tadayon Sufi Ensamble in concerto il 5 settembre a Lecce

0

Lo spettacolo propone un’alchimia di suoni, coreografie e testi, ispirati alla vita e alle opere dei grandi mistici Sufi.
La bellezza e la sacralità dei poemi di Jalaluddin Rumi, Hafez e Omar Khayyam, cantati in lingua originale e condensati nelle liriche che meglio ne rappresentano la ricerca spirituale e la tensione verso il divino, sono scandite dagli strumenti della tradizione persiana (setar, ney, tar, oud, santur, tombak, daf) e dalle coreografie, che rievocano il Sema dei dervisci rotanti Mevlevi e l’arte dell’antica danza persiana.
Attingendo al vasto patrimonio musicale della tradizione persiana, con la complicità di ritmi e sonorità contemporanee, il Pejman Tadayon Sufi Ensemble punta a diffondere un messaggio universale di pace e armonia, secondo l’usanza delle confraternite sufi, per incoraggiare lo scambio fra culture e fra religioni ed etnie diverse. Con la partecipazione di: Paola Stella, Elisa Murrone, Chiara Zilli, Laura de Ronzo, Silvana Forchetti
AYENEH danza contemporanea orientale
Coreografia e danza: Paola Stella, Elisa Murrone, Chiara Zilli
Lo spettacolo nasce da un lavoro di ricerca sul ‘riconoscersi’, quell’istante in cui ci cogliamo riflessi nello sguardo dell’altro e una luce improvvisa attraversa il petto.
La ricerca affonda le sue radici nella linearità delle danze orientali e nell’imprevisto creativo della danza contemporanea e del teatro danza.
Il risultato è un gioco di specchi. Tre specchi danzanti, alle prese con la porta del cuore.

Condividi