L’8 MARZO TORNA IL PREMIO LILT “FLAVIA INGUSCIO E VITTORIO VELOTTI – SOLIDARIETÀ DENTRO E OLTRE LE ISTITUZIONI”

L’8 MARZO TORNA IL PREMIO LILT “FLAVIA INGUSCIO E VITTORIO VELOTTI – SOLIDARIETÀ DENTRO E OLTRE LE ISTITUZIONI”

Fino al 20 febbraio p.v. è possibile inviare le segnalazioni. La cerimonia di premiazione si terrà nel cineteatro “Aurora” di Melissano

Sono aperte le segnalazioni per il Premio “Flavia Inguscio e Vittorio Velotti – Solidarietà dentro e oltre le Istituzioni”, storica e consolidata manifestazione organizzata dalla Lega contro i Tumori di Lecce, in collaborazione con la delegazione di Melissano, giunta alla sedicesima edizione. Entro il 20 febbraio p.v. si possono segnalare persone che si siano distinte per l’impegno civile e solidale nei vari settori della vita pubblica.

Anche quest’anno saranno assegnati due premi principali (uno per operatore sanitario, uno per operatore non sanitario), una “Menzione speciale”, un riconoscimento “Alla memoria” ed alcuni riconoscimenti di merito. La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 8 marzo, nel cineteatro “Aurora” di Melissano.

Le candidature potranno essere inviate alla LILT di Lecce tramite le schede di segnalazione, oppure via mail, all’indirizzo info@legatumorilecce.org, Whatsapp al numero 327 0687904 o Messenger sulla pagina Facebook LILT Lecce. Occorre indicare nome e cognome del candidato/a, un suo recapito telefonico e la motivazione della segnalazionespecificando se la candidatura è per “operatore sanitario” oppure “operatore non sanitario”.

Le proposte ricevute saranno esaminate dalla Commissione del Premio che, da quest’anno, si arricchisce della figura del nuovo presidente, dott. Paolo Scarcella.

Il Premio nasce nel 2006 su impulso di Vittorio Velotti (primo fondatore, nel 1992, della delegazione Lilt a Melissano) in memoria della moglie Flavia Inguscio, donna simbolo d’impegno civile e di dedizione agli altri, che, fino al giorno della sua scomparsa – avvenuta nel 2005 a 59 anni – è stata una delle più attive volontarie della locale delegazione Lilt.

Nella scorsa edizione, i premi principali sono stati assegnati a suor Margherita Bramato, direttrice generale dell’azienda ospedaliera “Cardinale Giovanni Panico” di Tricase, e all’imprenditore salentino Antonio Quarta. La “Menzione speciale” è stata conferita all’associazione “Lorenzo Risolo” di Trepuzzi. Riconoscimenti “Alla memoria” per Tiziana Torchetti, architetto di Racale, e Roberto Faiulo, psicologo di Melissano. Segnalazioni di merito, infine, per: “Fondazione Daniela e Paola Bastianutti” di Casarano; cooperativa sociale onlus “La Crisalide” di Felline; associazione “Arcobaleno su Tanzania”; volontarie Lilt Cristina De Vittorio, di Gallipoli, Gabriella Monsellato, di Presicce e Maria Antonietta Bortone, di Montesano Salentino.